Home eCommerce Ecommerce e vendita online indiretta

Ecommerce e vendita online indiretta

388
1
SHARE
vendita-online-ecommerce

Quando si parla di ecommerce, si è soliti pensare subito a quei siti che vendono prodotti e beni materiali, ad esempio i marketplace più famosi come eBay e Amazon. In realtà il mondo dell’ecommerce è più ampio di ciò che si crede: può essere definito come ecommerce anche un sito che prevede la vendita di un servizio o l’utilizzo di un bene e quindi tutto ciò che non preveda la movimentazione di merci fisiche. Anche nel mondo dell’ecommerce, così come nel commercio classico, esistono due importanti distinzioni: la vendita diretta e la vendita indiretta.

  • La vendita online diretta avviene nel momento in cui l’utente acquista un bene materiale tramite il web, con la possibilità di fruirne al momento del pagamento.
  • La vendita online indiretta avviene nel momento in cui l’utente definisce un accordo contrattuale tramite il web, per un bene immateriale o un servizio.
  • La vendita online indiretta interessa una larga fetta di mercato da più di un decennio, pensiamo al settore alberghiero degli ultimi anni: un settore che nel 2015 ha smosso circa 1,5 miliardi di euro (+12% rispetto al 2014). Questo dato ci fa capire chiaramente che il business del turismo non è più regolato dalle agenzie viaggi. Sono sempre di più i viaggiatori che decidono di prenotare un viaggio via internet, cercando le strutture alberghiere nella zona desiderata, visitando attentamente i loro siti, osservando le foto delle stanze d’hotel, cercando opinioni sui social media e comparando i prezzi.
    A questo punto per il visitatore è più agevole prenotare direttamente sul sito dell’hotel effettuando una transazione, piuttosto che prendere accordi telefonicamente o via mail ed effettuare un bonifico in banca. E così negli ultimi anni il settore alberghiero sta abbandonando velocemente la modalità “sito-vetrina” a favore di un sito completo che possa permettere all’utente di prenotare, e subito. In questo caso si tratta di vendita “ibrida” di un servizio: la transazione avviene online in un primo momento (quello della prenotazione) e fisicamente in un secondo momento (il saldo del totale, rispetto all’acconto).

    Sfruttando il trend positivo del settore viaggi e turismo sono poi nati tanti servizi di nicchia, spesso sconosciuti ma molto utili. Per citare un esempio, a tutti sarà capitato almeno una volta nella vita di vedersi negare l’accesso all’aereo per cause di overbooking, oppure di perdere una coincidenza a causa del ritardo del volo precedente. Beh in questi e altri casi ci sono società, come No Problem Flights, che si occupano delle pratiche legali volte all’ottenimento di un indennizzo pecuniario (dovuto per legge) alla persona che ha subito il disagio.

    Questo trend è in continua crescita anche nel mondo dell’automotive: il classico acquisto di automobili presso la concessionaria più vicina continua a funzionare per i veicoli nuovi, ma è sul grande mercato dell’usato che si sviluppa una rivoluzione. Il cliente ormai utilizza i canali web per ricercare i modelli di auto con i prezzi più convenienti, arrivando ad acquistare la propria auto anche a chilometri di distanza da casa sua: per intenderci, persino i clienti geolocalizzati al Nord Italia possono arrivare ad acquistare auto usate in Puglia, se i prezzi sono di gran lunga più convenienti.

    Discorso a parte si potrebbe fare sui siti di annunci come Subito e Ebay Annunci, considerati ormai i mezzi più veloci e immediati per fare vendita online indiretta.

    Ma continuiamo con i nostri esempi: per un hotel o una concessionaria di auto usate diventa sempre più importante adattarsi al mondo dell’ecommerce, in modo da catturare l’attenzione dei viaggiatori o dei clienti su di sè. Quali sono i 5 metodi migliori per attrarre visite, prenotazioni e acquisti?
    1. Bisogna innanzitutto puntare molto sulle foto: per l’utente è importante conoscere i dettagli di una stanza d’albergo o di un’auto usata, prima di prenotare un soggiorno o acquistare un’auto.
    2. E’ fondamentale avere una presenza strategica sui social media, attorniarsi di una community di opinion leader, coccolare i semplici utenti con le interazioni e costruirsi una credibilità.
    3. Bisogna rendere intuitiva l’esperienza utente sul proprio sito: così come per un compratore devono essere chiare le modalità di pagamento o gli accordi finanziari nel processo di acquisto di un’auto, per un viaggiatore dev’essere semplice prenotare una stanza ed effettuare il pagamento. Una soluzione vincente potrebbe rivelarsi il posizionamento in tutte le pagine del sito di un form da compilare, come quello che troviamo sul sito della Masseria Il Frantoio una delle strutture ricettive più famose della Puglia:


    4. A proposito di esperienza utente, sarebbe utile implementare nel proprio sito una live chat, per seguire il visitatore in tutte le fasi, rispondere alle sue domande, assisterlo nella scelta e chiarire tutti i suoi dubbi.
    5. Ultimo punto, ma non per importanza: fare attenzione alla “responsiveness” del sito. Sono sempre più gli utenti che cercano, navigano, prenotano e acquistano online dai dispositivi mobili. Un esempio/best-practice può essere il sito della concessionaria Euromotor di Bari: veloce, intuitivo e accattivante, soprattutto su mobile.
    vendita-online-indiretta-automobili-euromotor