Home Fisco Equitalia, sportelli aperti anche di pomeriggio

Equitalia, sportelli aperti anche di pomeriggio

310
0
SHARE
Equitalia

Equitalia compie un altro passo per cercare di migliorare il proprio rapporto, spesso deficitario, con i contribuenti. L’amministratore delegato Ernesto Maria Ruffini, infatti, ha deciso di prolungare i tempi di apertura nelle sedi che registrano una più alta affluenza e, pertanto, alcuni sportelli nelle principali città italiane rimarranno aperti fino alle ore 15.15 anziché alle 13.15, prolungando di due ore l’orario di apertura al pubblico.

Gli sportelli Equitalia interessati sono quelli di Roma (via Colombo, via Togliatti, via Aurelia), Napoli (Corso Meridionale), Milano (viale dell’Innovazione, via San Gregorio) e Torino (via Alfieri). L’iniziativa ha, ovviamente, l’obiettivo di soddisfare il maggior numero possibile di richieste e diminuire i tempi d’attesa. Cntestualmente, Equitalia è pronta a introdurre la piattaforma unica in tutti gli sportelli. Si tratta di un applicativo informatico grazie al quale in ogni ufficio d’Italia sarà possibile, per gli operatori del front office, fornire più velocemente risposte e soluzioni anche a quei contribuenti che risiedono in un’altra città.

Ricordiamo, inoltre, che per i contribuenti che devono solo pagare cartelle, avvisi o bollettini di rateizzazione, è possibile rivolgersi anche a sportelli bancari, uffici postali, punti Sisal, Lottomatica e tabaccai convenzionati con banca ITB. I pagamenti possono essere effettuati anche con il proprio servizio di home banking o direttamente sul sito www.gruppoequitalia.it. L’area riservata del sito di Equitalia, in ogni caso, permette sempre di verificare la propria situazione debitoria e le eventuali procedure di riscossione in corso, di presentare richieste di rateizzazione fino a 50mila euro e di sospendere la riscossione nei casi previsti dalla legge. Lo sportello telematico dedicato, invece, permette ai professionisti appartenenti alle organizzazioni con le quali Equitalia ha sottoscritto una convenzione (leggi articolo), di trasmettere direttamente dal proprio ufficio le richieste per conto dei propri assistiti.