Home Fisco “Fisco collaborativo”: dall’Agenzia delle Entrate 211 mila inviti al ravvedimento

“Fisco collaborativo”: dall’Agenzia delle Entrate 211 mila inviti al ravvedimento

254
0
SHARE
agenzia delle entrate

Sono 211 mila gli avvisi telematici inviati dall’Agenzia delle Entrate in questi mesi per avvertire i contribuenti di possibili problemi con il fisco ed invitare i diretti interessati a ravvedersi spontaneamente prima che scatti la macchina degli accertamenti con l’aggravio di sanzioni e interessi.

L’ultimo atto della campagna tesa a far cambiare il rapporto tra fisco e contribuente è stato avviata lunedì 14 luglio con l’invio da parte dell’Agenzia delle Entrate ai titolari di partita iva di 13.626 avvisi scaturiti dallo spesometro e 4.220 inerenti il modello 770; nei mesi precedenti erano state circa 190 mila le segnalazioni di anomalie riguardanti gli studi di settore e 3 mila le plusvalenze. Per quanto riguarda l’anno di imposta 2011, dal confronto delle operazioni dichiarate ai fini iva con gli spesometri inviati dai clienti vengono segnalate via Pec o posta ordinaria le possibili operazioni non dichiarate dai titolari di partita iva, invitando alla regolarizzazione spontanea.

La comunicazione contiene la somma algebrica dell’ammontare complessivo delle operazioni imponibili e quelle ricavate dagli spesometri inviati dai clienti, con l’evidenza di quelle non dichiarate. Per quanto riguarda invece il confronto tra i compensi dichiarati dai lavoratori autonomi e quelli riportati nei modelli 770 dei percipienti, vengono segnalati gli importi parzialmente o totalmente omessi.

Il bilancio fatto dal direttore dell’Agenzia delle Entrate Rossella Orlandi sulla campagna “Fisco collaborativo” avviata dopo l’approvazione dell’ultima legge di stabilità è positivo. La Orlandi ha sottolineato anche che “la lotta all’evasione è cruciale ma la repressione non basta perché il denaro evaso è soggetto a consumo, quindi il tempo che passa rende sempre più difficile concretizzare le chance di incasso”. Intanto martedì prossimo parte il tavolo tecnico tra Mef, Commercialisti, Confindustria e Rete imprese per la semplificazione, con l’obiettivo dichiarato del taglio del 30% degli adempimenti fiscali. Staremo a vedere!