Home Imprese Il Gruppo Cremonini “mangia” Manzotin

Il Gruppo Cremonini “mangia” Manzotin

220
0
SHARE
manzotin

Generale Conserve S.p.A., azienda italiana specializzata in conserve alimentari, e Inalca S.p.A., società del Gruppo Cremonini, leader in Europa nella produzione di carni bovine, hanno siglato un accordo che regola la cessione ad Inalca dello storico marchio di carni in scatola Manzotin, protagonista del mercato con oltre mezzo secolo di storia. L’acquisizione, in base a quanto dichiarato dalle aziende, garantisce che il marchio Manzotin continui ad essere un brand Made In Italy a tutti gli effetti e che il passaggio rappresenti la valorizzazione, l’ottimizzazione e la concentrazione delle rispettive filiere produttive integrate. La conclusione definitiva dell’accordo è prevista entro il mese di marzo.

Il Gruppo Cremonini è leader europeo nella produzione di carni bovine e nella distribuzione di prodotti alimentari all’estero. Inalca S.p.A. è una delle poche aziende italiane a presidiare l’intera filiera produttiva: solo nel 2014 ha realizzato ricavi per 1,49 miliardi di euro, di cui il 50% all’estero. Vanta una presenza internazionale con 11 impianti produttivi (di cui 6 in Italia, 2 in Russia, 2 in Angola, 1 in Algeria) e 21 piattaforme logistiche di distribuzione (6 in Russia, 4 in Angola, 3 in Algeria, 3 in Congo, 3 nella Repubblica Democratica del Congo, 1 in Mozambico, 1 in Costa d’Avorio). I numeri sono impressionanti: Inalca, infatti, commercializza ogni anno oltre 500.000 tonnellate di carne e vanta circa 3.000 dipendenti.

Generale Conserve S.p.A., invece, è la seconda azienda del mercato tonno-olio con quasi il 17% di quota in valore e ha chiuso il 2015 con un fatturato netto di 187 milioni di euro. Da dicembre 2013 De Rica, marchio storico della tradizione agro-alimentare italiana, è entrato a far parte del suo portafoglio con l’obiettivo di gestirne l’intera filiera, così come realizzato per il marchio Asdomar, leader indiscusso del mercato premium.