Home Economia Nestlè prepara un gelato da 3 miliardi con R&R

Nestlè prepara un gelato da 3 miliardi con R&R

734
0
SHARE
nestlè

Se questo matrimonio dovesse andare in porto, sarebbe la più grande operazione finanziaria mai avvenuta nel settore dei gelati. Nestlè, la celebre multinazionale svizzera del settore alimentare, sta per creare una joint venture con il colosso del settore R&R, appartenente al fondo francese PAI Partners che nel 2013 ha investito 850 milioni di euro per l’acquisto da Oaktree Capital Management. Un’intesa, per intenderci, che può valere ben 3 miliardi di euro.

La joint venture, lo ricordiamo, è un accordo di collaborazione tra due o più imprese che definisce un nuovo soggetto giuridicamente indipendente dalle imprese che lo costituiscono. Secondo quanto riportato dall’ANSA, l’operazione coinvolgerà brand come Toblerone, Milka, Oreo, Del Monte (R&R), oltre che Motta, Cremeria, Antica Gelateria del Corso (Nestlè), con l’obiettivo di rafforzare le vendite mondiali con attenzione particolare ai mercati europei ed africani. Non ci sono ancora conferme ufficiali ma l’accordo verrà perfezionato nel 2016. Ad ognuna delle due aziende spetterà il 50% della nuova joint venture, che sarà presente in oltre 20 nazioni con più di 10.000 lavoratori alle proprie dipendenze.

R&R, leader dei gelati venduti nella grande distribuzione e consumati a casa, ha un fatturato annuo di 900 milioni di euro. Attualmente è il terzo gruppo mondiale del gelato dopo Unilever e Nielsen, ed entrerà completamente a far parte del nuovo soggetto economico. Nestlè, che invece domina il segmento dei gelati venduti nei bar ed in gelateria, contribuirà includendovi il business del gelato (e del surgelato, fatta eccezione per la pizza) presente in Europa, Egitto, Filippine, Brasile e Argentina.