Home Economia OpenDemanio: online la mappa dei beni di proprietà dello Stato

OpenDemanio: online la mappa dei beni di proprietà dello Stato

679
0
SHARE

58,95 miliardi di euro. È questo il valore del patrimonio immobiliare dello Stato affidato all’Agenzia del Demanio. Sono più di 47 mila i beni censiti divisi tra 32.691 fabbricati e 14.351 aree del valore rispettivamente di 54,1 e 4,78 miliardi di euro.

I numeri sono presenti sulla piattaforma OpenDemanio che l’Agenzia ha lanciato online. Si tratta di una mappa della nostra penisola con i dati aggiornati annualmente dal Conto Patrimoniale dello Stato aggregati per regione e provincia. Roberto Reggi ha dichiarato, inaugurando la piattaforma : “Come Istituzione pubblica abbiamo un dovere di responsabilità e siamo convinti che solo da una piena collaborazione con tutti gli interlocutori pubblici e privati possano scaturire iniziative in grado di contribuire allo sviluppo dei territori nei quali i beni sono inseriti”.

I beni del demanio si dividono in <em>disponibili, gestiti secondo le norme di diritto privato e indisponibili, destinati invece a scopi pubblici. Alla prima categoria appartengono: mmobili residenziali, i terreni agricoli, le eredità devolute, le donazioni, i beni immobili vacanti, gli immobili devoluti per debiti d’imposta, i beni in corso di trasferimento agli Enti Territoriali per il Federalismo demaniale. Alla seconda categoria invece: i beni in uso strumentale alle Pa centrali, la dotazione del Presidente della Repubblica, le miniere, i beni confiscati alla criminalità organizzata, i beni in uso gratuito e perpetuo ad università ed enti ecclesiastici, l’edilizia residenziale pubblica non ancora trasferita agli Enti Locali.

Il patrimonio disponibile, così come riportato su OpenDemanio, ricopre il 28% degli edifici e in valore si aggira intorno al 2,9% del totale (circa 1 miliardo e mezzo). Solo una piccola parte di questi è destinata alla vendita o alla valorizzazione data in gestione a terzi (vedi precedenti articolo sui fari in concessione).

I beni si concentrano principalmente nel Lazio e a Roma. La capitale da sola vale oltre 15 miliardi, pari a un quarto del totale italiano. Seguono Veneto ( 9,08% dei fabbricati), Puglia (7,9%) e poi Sicilia, Toscana e Lombardia. Chiude la Valle d’Aosta con solo lo 0,44%.

Ecco il link alla piattaforma OpenDemanio:
http://dati.agenziademanio.it/#/patrimonio/distribuzioneTerritoriale