Home Fisco Rottamazione dei ruoli, c’è il decreto

Rottamazione dei ruoli, c’è il decreto

631
1
SHARE
rottamazione dei ruoli

Meglio tardi che mai. Con la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale del 22 giugno, a distanza di 3 anni dalla Legge n.228/2012 che aveva disposto la rottamazione dei ruoli, è stato emanato il Decreto del MEF che disciplina le modalità di trasmissione agli enti creditori, con riferimento ai ruoli resi esecutivi fino al 31 dicembre 1999, dell’elenco delle quote annullate e di quelle di rimborso agli agenti della riscossione (Equitalia) delle spese esecutive sostenute per tali ruoli.

Nello specifico il Decreto sulla rottamazione dei ruoli ha disposto l’elenco delle quote annullate per crediti di importo fino a duemila euro. L’elenco delle quote riferite ai crediti di importo fino a duemila euro di cui all’articolo 1, comma 527, della Legge 24 dicembre 2012, n.228, annullati automaticamente ai sensi della predetta disposizione alla data del 1° luglio 2013, è trasmesso dall’agente della riscossione all’ente creditore su supporto magnetico ovvero in via telematica. Le quote contenute nell’elenco di cui al comma 1 sono automaticamente discaricate senza oneri amministrativi a carico dell’ente creditore e sono eliminate dalle scritture contabili dell’ente creditore.

Comunicazione analoga interessa i crediti di importo superiore a duemila euro non interessati da procedure di dilazione, transazione e riscossione. In caso contrario, questi importi restano in gestione all’agente della riscossione e il rimborso delle spese già in essere potrà avvenire con rate annuali senza interessi.