Home Economia SELFIEmployment, finanziamenti a tasso zero per giovani imprenditori

SELFIEmployment, finanziamenti a tasso zero per giovani imprenditori

396
0
SHARE

Dal 2016, per gli iscritti a “Garanzia Giovani” (clicca sul link per un nostro precedente articolo) che avvieranno iniziative di autoimpiego e di autoimprenditorialità, sarà possibile chiedere un finanziamento di importo variabile tra 5 mila e 50 mila euro. Tale finanziamento sarà erogato a tasso zero e senza prestare alcuna garanzia, con un piano di ammortamento che non potrà superare i 7 anni. L’iniziativa (link) del Ministero del Lavoro e delle Politihe Sociali si chiama SELFIEmployment e sarà operativa da gennaio 2016 con una dotazione finanziaria di 124 milioni di euro, conferiti dal Ministero (50 milioni) e dalle Regioni Veneto, Emilia-Romagna, Lazio, Molise, Basilicata, Calabria, Sicilia ed una gestione affidata ad INVITALIA.

I destinatari iniziali sono i giovani Neet di età compresa tra i 18 ed i 29 anni, iscritti a Garanzia Giovani e che hanno completato con successo i percorsi di accompagnamento all’avvio di impresa e supporto allo start-up. Successivamente, gli eventuali conferimenti consentiranno di allargare il supporto ad altre tipologie di destinatari (ad es. target su donne, disoccupati di lunga durata, giovani non Neet, ecc). I destinatari possono intraprendere iniziative di lavoro autonomo o attività di impresa o microimpresa o franchising, ivi comprese le associazioni e società di professionisti.
Le iniziative in forma societaria devono essere presentate da compagini composte totalmente o prevalentemente – soci e capitale – da NEET, che devono avere la maggioranza assoluta numerica e di quote di partecipazione.

Il Fondo Rotativo Nazionale, promosso dal Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, costituisce l’importante complemento delle attività di supporto all’avvio di impresa e allo start-up, che sono state già avviate dalle regioni: al termine del percorso formativo e di accompagnamento, i giovani sono affiancati nella predisposizione del business plan per l’avvio di un’attività imprenditoriale. Il fondo, tramite la responsabilizzazione dei destinatari, si alimenta con la restituzione dei prestiti erogati e sarà attivo fino al 2020. Con il SELFIEmployment gestito da INVITALIA, saranno predisposti i dispositivi attuativi, l’itruttoria dei business plan, l’erogazione del credito agevolato, la gestione, controllo e monitoraggio della misura. L’Agenzia renderà inoltre disponibili servizi di tutoraggio per le nuove iniziative ammesse al finanziamento.