Home Economia Sestertium: il nuovo gioco online gratuito della finanza

Sestertium: il nuovo gioco online gratuito della finanza

409
0
SHARE

Si chiama Sestertium e nasce da un’idea del Professor Stefano Tonchia, ordinario all’Università di Udine in Innovation and Project Management. Sestertium è una nuova piattaforma web che applica alla finanza il principio del crowdsourcing, in pratica la conoscenza che arriva dal popolo, e della gamification, cioè quelle attività che introducono elementi di gioco e competizione nelle attività professionali.

Chi vuole divertirsi con questo nuovo gioco online deve semplicemente collegarsi sul sito www.sestertium.com. Ma in cosa consiste? Sul sito professionisti ma anche gente comune possono mettersi alla prova nel campo degli investimenti, creando il proprio portafoglio azionario e partecipare ad arene di gioco virtuali suddivise in base ad alcuni criteri (per esempio paese di appartenenza, settore dei titoli, percentuali di composizione tra obbligazioni e azioni).

Il tutto è gratuito e senza utilizzo di denaro vero e lo scopo è per i risparmiatori, quello di monitorare gratuitamente l’andamento di azioni e fondi, mentre per i professionisti trovare qualche cliente o futuri sbocchi lavorativi.
Ma cosa si vince? A fine giornata vengono premiati i portafogli con i migliori rendimenti e ovviamente i premi sono in “sesterzi”. La gara in pratica non finisce mai e lo scopo è semplicemente restare il più in alto possibile in classifica per il più lungo tempo possibile.

Il progetto nacque circa un anno e mezzo fa ma all’inizio trovò difficoltà sul piano dei finanziamenti per il lancio e lo sviluppo della startup. Ora finalmente la situazione si è sbloccata grazie all’intervento di alcuni finanziatori italiani che finalmente si sono fatti avanti. Come spiega il Prof. Tonchia sul sito dell’Agenzia AdnKronos, Sestertium è un progetto replicabile in tutto il mondo e sta iniziando a suscitare interesse anche all’estero.

Lo stesso Tonchia spiega alla stessa agenzia il perché del nome Sestertium: “Avevamo considerato un nome più in chiave internazionale, ma alla fine questa bistrattata Italia è conosciuta all’estero per la sua storia e il suo patrimonio artistico. E così abbiamo voluto dare un segnale di fiducia, usando un nome che sia riconoscimento da dove veniamo. E poi non dimentichiamo che il sesterzio era la moneta più diffusa nell’impero romano e il nostro target è proprio il popolo. Quelle famiglie a volte bistrattate” dagli esperti del settore “ma che vogliono investire e far fruttare i propri risparmi. Vengono da noi, buttano un occhio sull’andamento del mercato e avranno così qualche informazione in più su come muoversi”.

Non resta che collegarsi al sito e cominciare a “giocare”.