Home Marketing Star Wars: il risveglio della forza del marketing

Star Wars: il risveglio della forza del marketing

319
1
SHARE

Dalle galassie al pianeta marketing. Quando si pensa ad un prodotto cinematografico trasversale, crossmediale, duraturo, in grado di generare azioni di marketing e comunicazione di ogni tipo, senza dubbio Star Wars è ai primi posti. E lo dimostra anche questa volta.

Un capolavoro della versatilità in grado di reggere su ogni dispositivo per qualsiasi tipo di finalità si voglia. Campagne pubblicitarie, iniziative dei fan, trailer, attese e trame diventano meraviglie di genialità ed intelligenza quando si tratta della creatura di George Lucas.

In occasione dell’uscita nelle sale dell’ultimo capitolo della saga, “Star Wars: il risveglio della forza”, prodotto da Disney dopo l’acquisizione nel 2012 della LucasFilm e diretto da J.J. Abrams, alcuni tra i brand più famosi al mondo ed appassionati della serie di culto hanno deciso di renderle omaggio attraverso diverse iniziative che a co-marketing, product placement gli fanno un baffo.

Tanto per citarne alcune. L’architetto milanese Antonio Voto, ad esempio, ha immaginato cosa sarebbe successo se i personaggi di Star Wars avessero invaso Milano, un progetto nato dalla volontà di celebrare la saga-mito insieme ad alcuni amici. Così, l’ombra di Darth Varder si staglia sul Duomo, mentre le Colonne di San Lorenzo appaiono presidiate dalle Truppe dell’Impero Galattico. A vegliare su tutti, la Madonnina sormontata Dalla Stazione Spaziale. Hanno collaborato al progetto costituito da foto e video Lortografico di Antonio Voto, Bamboo Smart Farm, SwitchUp e Copy al Volo.

Darth Vader domina il Duomo di Milano
Darth Vader domina il Duomo di Milano

Immancabile all’appello la Lego che ha proposto il suo personale trailer utilizzando i tipici mattoncini ed omini che caratterizzano le sue costruzioni.

Star Wars, la forza del marketing

Google Store ed App Store, invece, hanno messo a disposizione il videogioco sviluppato per mobile “Star Wars: Uprising”, ambientato poco prima delle vicende narrate nell’ultimo capitolo. Il gioco consente di creare un alter ego che dovrà compiere diverse missioni e completare i livelli, con la possibilità di chattare con altri gamers nel corso delle operazioni.

Sempre attraverso un’app dedicata, sarà possibile interagire con Sphero, un robot che rispecchia le fattezze di BB-8, l’androide di Star Wars. L’app in questione consentirà all’utente di attivare il giocattolo anche a distanza, con la possibilità di impostare tre funzioni: Driving, per telecomandare il robot, Holographic per produrre video, Messaging e Patrol per schivare gli ostacoli. L’azienda italiana Tribe, inoltre, ha realizzato chiavette usb e power bank ispirati ai personaggi di Chewbacca, Kylo Ren, Poe, C-3PO e altri.

Sphero. Il robot ispirato a BB-8
Sphero. Il robot ispirato a BB-8

E non finisce qua. Star Wars vanta anche questa volta numerose iniziative grassroots, come il generatore di sonetti ispirato alla saga, il generatore di titoli di coda con il famoso jingle, oltre a svariati racconti e composizioni poetiche. Tutto fruibile sul web, ovviamente.

È chiaro, dunque, che Star Wars non risveglia soltanto forze intergalattiche, ma anche estro, fantasia e quel pizzico di astuzia che continua a consegnare la serie agli annali, del passato e del futuro. L’appuntamento vero resta però nelle sale.