Home Economia Vacanze: low cost è meglio

Vacanze: low cost è meglio

165
0
SHARE

L’analisi fatta da Coldiretti sulle vacanze estive 2015 degli italiani, consultabile sul sito attraverso questo link, porta ad una conclusione: il numero di italiani in vacanza è in aumento, le ferie sono però più brevi e i budget decisamente inferiori.

Secondo la Coldiretti, l’Organizzazione degli imprenditori agricoli, quasi sei italiani su dieci (59%), spenderà meno di 500 euro per l’estate 2015. Il dato positivo, come annunciato, è certamente l’aumento degli italiani in vacanza: saranno infatti 30 milioni. Di contro però c’è il calo della spesa complessiva, scesa a 15,1 miliardi di euro, tra alloggio, servizi, pasti e divertimenti.

La spesa media a persona calcolata è di circa 504 euro, ma nello specifico, solo il 33% spenderà tra i 500 e i 1000 euro, il 3% tra i mille e i duemila mentre solo una minoranza pari circa all’1% spenderà oltre i duemila euro (il 5% invece non ha espresso la sua opinione).

La motivazione principale di questa preferenza verso il low cost è dovuta alla scelta della meta. Il 28% degli italiani rimane infatti nella propria regione durante le vacanze, e, dato più interessante, ben l’82% degli italiani ha deciso di rimanere in Italia per queste vacanze 2015.

Si riducono inoltre i giorni di vacanza: il 18 per cento dei vacanzieri ha pianificato una durata inferiore ai tre giorni, il 27 per cento da 4 giorni ad una settimana, il 26 per cento da una a due settimane, il 13 per cento da due a tre settimane, il 6 per cento da tre a quattro settimane e il 5 per cento oltre un mese.

I dati ovviamente fanno riferimento a chi ha già deciso le proprie vacanze.