Home Economia Vie dello shopping: più 6% dei canoni di locazione

Vie dello shopping: più 6% dei canoni di locazione

238
0
SHARE

Canoni di locazione in crescita per i locali delle vie dello shopping. Milano, Venezia e Roma riportano un incremento del 6%, si riducono inoltre i tempi medi di vacancy. I dati emergono dal report “Fashion & High Street – 2015/1” realizzato da World Capital Group per Federazione Moda Italia.

Neda Aghabegloo, Head of Research di World Capital, ha dichiarato (fonte Tri/Kronos): “L’aumento di domanda di immobili commerciali da parte di brand internazionali non ancora presenti sul mercato italiano e fortemente desiderosi di localizzarsi lungo le High Street, status symbol di fashion e luxury, è tra i fattori primari che, negli ultimi mesi, hanno determinato l’ascesa dei prezzi di locazione insieme alla diminuzione dei tempi medi di sfitto”.

Soffermandosi su Milano la Aghabegloo precisa: Milano, sede delle più autorevoli firme di moda e piazza più ricercata, mostra una crescita dei canoni per ogni sua High Street. Sono Corso Vercelli (530-1.380 euro al metro quadrato l’anno) e Corso Buenos Aires (500-1.800) ad attestare l’incremento maggiore (intorno al +7%), mentre via Montenapoleone con +4,5% e un canone che tocca ora i 7.100 euro si riconferma la via dello shopping più lussuosa e cara del Bel Paese; corso Vittorio Emanuele con +6,5% raggiunge i 5.300″.

Su Venezia invece: Venezia altresì, con le sue prestigiose griffes e boutique di alta moda, è testimone di un aumento ulteriore degli affitti nel comparto retail e di un interesse sempre maggiore da parte degli investitori esteri. Piazza San Marco e via XXII Marzo, entrambe con +6%, registrano la prima valori tra 2.700 e 4.300 euro al metro quadrato l’anno, la seconda tra 1.500 e 3.800; +7% anche per il quartiere Frezzeria/calle Mazzini (1.800-3.650), fulcro della vita commerciale veneziana. Entrambi i capoluoghi, lombardo e veneto, attestano oggi tempi medi di vacancy compresi tra 0 e 3 mesi; esemplari le milanesi via della Spiga e corso Vittorio Emanuele (0 mesi) dove le trattative sono gestite con la buonuscita”.

Infine concludendo sulla capitale: Roma, seconda città d’Italia più costosa nell’immobiliare high street e tra le più d’appeal, evidenzia un incremento prossimo all’8% per via Frattina (1.000-1.800 euro al metro quadrato l’anno) e oltre il 6% per via del Babuino (2.000-3.100) e via Cola di Rienzo (650-2.200); +2% per la preziosissima via Condotti che raggiunge i 6.700 euro. Tempi medi di sfitto nella capitale sono compresi tra 0 e 6 mesi». «Una diminuzione dei valori si attesta, invece, per le città di Genova, Verona (400-3.100 euro al metro quadrato l’anno), Palermo e Bari, mentre tengono in media le vie dello shopping di Firenze (600-3.800), Bologna e Napoli. Si riscontra a Catania in via Etnea il canone di locazione più basso, 120 euro, mentre 11 mesi risulta sia il tempo massimo di vacancy nel settore retail”.

Vedi anche  Bando Isi, 276 milioni a chi investe in sicurezza