Home Economia Voluntary Disclosure: più tempo per le correzioni

Voluntary Disclosure: più tempo per le correzioni

814
0
SHARE

In attesa di una proroga ufficiale della scadenza per l’invio della comunicazione relativa alla Voluntary Disclosure (cliccare sul link), richiesta espressamente dal Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili nella persona del Presidente Longobardi, l’Agenzia delle Entrate con il comunicato stampa del 14 settembre 2015 ha dato alcune utili precisazioni sui termini di presentazione.

La modifica dei termini riguarda la trasmissione della relazione di accompagnamento all’istanza per aderire al processo di adesione alla Voluntary Disclosure e all’invio della relativa documentazione a corredo. Il nuovo termine sarà previsto entro i 30 giorni dalla presentazione dell’istanza originaria. Questo significa che, chi ha presentato la domanda per esempio il 27 settembre, ha tempo fino al 27 ottobre per l’invio della relazione e della relativa documentazione. Prima invece il termine ultimo era rigido e fissato al 30 settembre.

Un’altra importante novità, nell’ambito dell’operazione di rientro dei capitali detenuti all’estero, è quella riguardante le cause di non punibilità per le annualità scadute. Lo stesso comunicato infatti ammette che, anche per gli imponibili, le imposte e le ritenute collegate alle attività dichiarate nella procedura di collaborazione volontaria per i quali è scaduto il termine di accertamento sarà possibile beneficiare delle tutele penali previste dalla voluntary disclosure.

Ultimo aspetto trattato dall’Agenzia delle Entrate nel comunicato è quello delle dichiarazioni integrative. Eventuali correzioni, infatti, potranno essere apportate specificando che si tratta di dichiarazione integrativa anche oltre la scadenza del 30 settembre ma sempre entro 30 giorni dal primo invio.

Dopo queste importanti novità mancherebbe solo la tanto attesa proroga ufficiale per il termine di presentazione delle domande per l’accesso alla Voluntary Disclosure. Speriamo…