Home Imprese DURC online, da luglio basterà un clic

DURC online, da luglio basterà un clic

311
0
SHARE
durc

Tanto tuonò che piovve. A partire dal 1° luglio sarà finalmente operativa la nuova procedura semplificata di rilascio online del Durc (Documento Unico di Regolarità Contributiva), il certificato che attesta la regolarità contributiva di un’impresa nei pagamenti e negli adempimenti previdenziali, assistenziali e assicurativi, nonché in tutti gli obblighi previsti dalla normativa vigente nei confronti di Inps, Inail e Casse Edili. L’obiettivo è quello di contribuire a rendere più semplice la vita delle imprese italiane, facendo loro risparmiare tempo e denaro.

Basterà dunque un semplice clic per ottenere una certificazione di regolarità contributiva che avrà una validità di 120 giorni e potrà essere utilizzata per ogni finalità richiesta dalla legge senza bisogno di richiederne ogni volta una diversa. Tutte le principali caratteristiche, le modalità di funzionamento e i tempi di avvio della nuova procedura sono stati illustrati nel corso di una conferenza stampa alla presenza del Ministro Giuliano Poletti. Si tratta di una svolta epocale sia dal punto di vista economico (è stato stimato un risparmio complessivo di circa 100 milioni di euro) che da quello dei rapporti tra le aziende e gli istituti.

Addio, quindi, ai fastidiosi tempi di attesa per il rilascio del Durc. La procedura standard rimarrà comunque in vigore per prevenire eventuali problemi nella fase iniziale, ma la sperimentazione interna è già in corso grazie al grande lavoro di collaborazione tra Ministero del Lavoro, Inps, Inail e Casse Edili. In sintesi, le imprese potranno ottenere un Durc in tempo reale (in formato .pdf) da visualizzare e stampare direttamente in azienda. In caso di irregolarità dal punto di vista contributivo, entro 72 ore verranno comunicate le cause e in pochi giorni sarà possibile regolarizzare la propria posizione. Semplificazione, collaborazione, modernizzazione: in attesa di valutare la procedura dal punto di vista operativo, non possiamo fare altro che salutare con favore questa novità.